Editor in Chief: Giampaolo Pioli

The First Italian English Digital Daily in the US

English Editor: Grace Russo Bullaro

Visti da New York
Stefano Vaccara

Stefano Vaccara

Sono nato e cresciuto in Sicilia, la chiave di tutto secondo un romantico tedesco. Infanzia rincorrendo un pallone dai Salesiani e liceo a Palermo, laurea a Siena, master a Boston. L'incontro col giornalismo avviene in America, per Il Giornale di Montanelli, poi tanti anni ad America Oggi e il mio weekly USItalia. Vivo a New York con la mia famiglia americana e dal Palazzo di Vetro ho raccontato l’ONU per Radio Radicale. Amo insegnare: prima downtown, alla New School, ora nel Bronx, al Lehman College della CUNY. Alle verità comode non ci credo e così ho scritto Carlos Marcello: The Man Behind the JFK Assassination (Enigma Books 2013 e 2015). Ho fondato e diretto (2013-gennaio 2023) La VOCE di New York, convinto che la chiave di tutto sia l’incontro fra "liberty & beauty" e con cui ho vinto il Premio Amerigo 2018. I’m Sicilian, born in Mazara del Vallo and raised in Palermo. I studied history in Siena and went to graduate school at Boston University. While in school, I started to write for Il Giornale di Montanelli. I then got a full-time job for America Oggi and moved to New York City. My dream was to create a totally independent Italian paper in New York to be read all over the world: I finally founded La VOCE di New York. In 2018 I won the "Amerigo Award". I’m a journalist, but I’m also a teacher. I love both. I cover the United Nations, and I correspond from the UN for Radio Radicale in Rome. I teach Media Studies and also a course on the Mafia, not Hollywood style but the real one, at Lehman College, CUNY. I don't believe in "comfortable truth" and so I wrote the book "Carlos Marcello: The Man Behind the JFK Assassination" (Enigma Books 2013 e 2015). I love cooking for my family. My favorite dish: spaghetti con le vongole.

Internet, l’arma dei popoli

Che alcuni Stati possano entrare in conflitti armati contro altri Stati per sole ragioni umanitarie, é un principio cosí nuovo della storia che é ritenuto infatti utopistico. Si continua a pensare che gli Stati decidano per la guerra solo per preservare o accumulare potenza, non certo per ragioni ideali o...

Read more

Per l’Italia che sa rischiare

Nel giorno di San Valentino alla Casa Italiana Zerilli Marimò della New York University è andata in scena una dichiarazione d’amore nei confronti dell’Italia. Si è discusso di futuro, di giovani brillanti, di grandi idée e di come metterle in pratica creando crescita economica. Senza nascondere quelle verità che pur...

Read more

La forza tranquilla

Il Mario Monti visto a Washington e poi a New York, ci ha fatto un’enorme impressione. La calma e la gentilezza dei modi del premier italiano, dopo anni di sofferte stravaganze berlusconiane,  per un italiano che vive a New York equivale ad una  “rivoluzione”. Con Monti noi italiani d’America ci...

Read more
Page 85 of 99 1 84 85 86 99

LATEST NEWS

New York

Italiany

Welcome Back!

Login to your account below

Create New Account!

Fill the forms bellow to register

By clicking on "Create my account" or by registering, you accept the Term of Service and the Privacy Policy.

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?